Finisce la nostra avventura in serie A, 5 anni stupendi , esperienza positiva e ricordiamo sempre che anche dalle sconfitte si può imparare. Guai a credere di sapere tutto, quest’anno ci ha insegnato che bisogna programmare meglio, non si può avere una rosa ristretta di giocatori, non bisogna avere fretta nel prendere le decisioni, assumersi le responsabilità di fronte ad un errore. Le regole federali sono cambiate, ovviamente non hanno favorito la nostra squadra, ma ci sono e vanno accettate. Il fatto di non poter schierare Fabio Sgrignoli , essendo lui over 30, è stato un duro colpo ma se lo avessi inserito in formazione forse nella finale play out sarebbe tornato utile potendo giocare al posto dell’infortunato Mateo Martinez: Siccome però con i se e i ma non si va lontani mi preme ringraziare i miei ragazzi che ci hanno messo il cuore e anche stavolta hanno dato tutto, Alessio, Lorenzo Enrico e Giulio. E se qualche volta non hanno reso al massimo è stato proprio perché rappresentare il CTLANCIANO era qualcosa di più che una semplice partita a tennis. Ringraziamento particolare al Maestro Gennaro che quest’anno mi ha affiancato come capitano e si è dimostrato un professionista nel gestire la squadra in mia assenza. In questi 5 anni abbiamo sfiorato due volte la serie A1 e questo ci inorgoglisce e da un’idea di quella che è la mentalità del nostro Presidente Giancarlo, si il Dottore, l’autista, il tifoso della squadra che vorrebbe sempre vincere, con qualche anno in meno (e qualche acciacco in meno) si sarebbe proposto anche come giocatore. La promessa è che continueremo comunque sempre a portare il nome del CT Lanciano in Italia con il massimo impegno e professionalità. Qualcuno magari sarà felice per questa retrocessione ma non si illuda troppo presto stiamo preparando i giovanissimi della nostra scuola tennis per un nuovo ciclo di vittorie.
Maestro Lello
GRAZIE A TUTTI E SEMPRE FORZA CT LANCIANO